IN VIRGILIO
Tuttalaveritā

Vittorio Brumotti a bombazza! Dai Guinness all’amore per Giorgia Palmas

Il campione mondiale di bike trial Vittorio Brumotti č diventato un volto della televisione italiana grazie al programma Paperissima Sprint. Ma con il successo č arrivato anche l’amore per Giorgia Palmas e qualche critica sulle sue acrobazie spericolate

Vittorio Brumotti è il campione mondiale di bike trial, che grazie alla trasmissione Paperissima Sprint è riuscito a conquistare il cuore della bellissima Giorgia Palmas. Diventato celebre anche come inviato di Striscia la notizia, Vittorio Brumotti e il suo “A bombazza!”, lo slogan che il campione grida immancabilmente alla fine di ogni servizio per il programma di Canale 5, sono entrati a far parte della televisione italiana a pieno titolo. E se molti seguono le sue avventure con interesse, è riuscito però ad attirarsi anche delle critiche per il modo spericolato con cui le affronta.

 

Vittorio Brumotti e Giorgia Palmas
Vittorio Brumotti e Giorgia Palmas si sono conosciuti durante la trasmissione Paperissima Sprint che nel 2011 hanno condotto insieme. Il loro amore non è stato subito ufficializzato ma le voci si sono susseguite sempre più insistentemente e i due non hanno potuto far altro che uscire allo scoperto. Giorgia Palmas per Vittorio Brumotti ha lasciato suo marito, il calciatore Davide Bombardini e dal quale nel 2008 ha avuto una bambina, Sofia. Vittorio Brumotti dice a Vero Tv: “Giorgia per me è la ragazza più bella del mondo. Sì, stiamo benissimo, non bene”. E con Giorgia Palmas, avvistata già con un vistoso anello di brillanti che lascia presagire un matrimonio a breve, Vittorio  Brumotti ci farebbe anche un figlio: “Ci sarà anche questo” dice il campione, "perché di Brumotti siamo rimasti in tre, io, mio padre Claudio e mia zia, e dato che siamo gli unici a portare questo cognome in Italia, non vorrei che andasse perso… quindi sì, voglio avere uno o più figli”.

 

Vittorio Brumotti in bicicletta sull’Everest
Vittorio Brumotti ha ottenuto numerosi riconoscimenti e premi per le sue imprese di bike trial. Compresi tre Guinness dei Primati. Il primo lo ha ottenuto nel 2008 quando è riuscito a superare sulla sua bici ben 28 ostacoli. Il secondo nel 2009 quando in Sardegna si è tuffato da 17 metri con la bici nelle acque antistanti la Grotta del Bue Marino. Sempre nel 2009 consegue il suo terzo Guinness: 71 saltelli sulla sola ruota posteriore sulla sommità di Punta Caroddi, in Sardegna, un picco a circa 150 metri sul livello del mare. Ma l’impresa che avrebbe dato a Vittorio Brumotti maggiore soddisfazione sarebbe stata la scalata dell’Everest, la montagna più alta del mondo che con i suoi 8848 metri domina il confine tra Cina e Nepal. Proprio i governi di questi due Stati però gli hanno revocato il permesso per compiere l’impresa storica. La causa è uno scandalo internazionale che ha coinvolto un’azienda americana, accusata di aver prodotto e messo in vendita degli orologi con alcune pietre trafugate sulla cima dell’Everest incastonate nel quadrante. Per ora quindi, l’avventura è solo rimandata.

 

Vittorio Brumotti in televisione
Vittorio Brumotti inizia la sua carriera televisiva nel 2008 con Striscia la notizia. Per il programma di Antonio Ricci, Vittorio è un inviato che mostra sprechi e opere incompiute in giro per l’Italia, ovviamente sempre a cavallo della sua bike. L’anno successivo presenta in compagnia di Juliana Moreira Paperissima Sprint, trasmissione che tornerà a condurre nel 2011 affiancato da Giorgia Palmas. Tra i due scoppia la passione e da colleghi diventano amanti. Per ironia della sorte, Vittorio Brumotti in uno dei suoi primi show aveva saltato in bici proprio il Gabibbo, con il quale si è poi trovato a lavorare nel corso della trasmissione di Canale 5.

 

Vittorio Brumotti e le critiche
Vittorio Brumotti, amato da molti per le sue acrobazie e per il suo ruolo di sportivo estremo, è però stato anche molto criticato. Soprattutto per le pericolose esibizioni mostrate durante Striscia, per esempio saltare con la bici da un primo piano di un palazzo senza indossare nessun tipo di protezione, né tantomeno il casco. Anche il popolo di Facebook si è mobilitato creando una pagina intitolata Regaliamo un casco all’inviato di Striscia Vittorio Brumotti. Una rivista leader del settore bike trial ha chiesto al campione come mai, una volta diventato un personaggio televisivo, avesse abbandonato l’uso del casco. La risposta è legata agli obblighi contrattuali che, suo malgrado, gli impongono un determinato aspetto per essere maggiormente riconosciuto. Infatti in altre esibizioni e lontano dalle telecamere, Vittorio Brumotti indossa il casco con naturalezza, consapevole del fatto che, insieme ad altre protezioni, siano indispensabili per evitare o limitare eventuali danni.
 

Vittorio Brumotti HP Fonte: Kikapress

Trova nella tua città

PromozioniGUARDA TUTTE »

Categorie consigliateGUARDA TUTTE »